XXVI Apparizione della Madonna a Rosario Toscano - Profezie On Line

Logo
Vai ai contenuti
Veggenti > Belpasso
XXVI apparizione
Martedì 1 dicembre 1987

Figli miei, vi amo immensamente. 
Desidero comunicarvi la mia gioia e che voi la dividiate con me. 
Nasce ancora Gesù in mezzo a noi. 
Però, figli miei carissimi, l’Avvento è la preparazione al Natale, e voi come state preparandovi? 
Distaccatevi dalle cose materiali perché solo così potrete cogliere il vero significato del Natale, non permettete perciò che sia di nuovo come tutti gli altri anni. 
Vi invito a prepararvi al Natale con la penitenza, la preghiera e le opere di carità. 
Questo Natale sarà per voi indimenticabile, ma dovrete ascoltare e mettere in atto il messaggio che vi sto dando. 
Tutti avete contemplato le meraviglie dell’amore di Dio. 
Ora dovete attuare nel vostro cuore la vostra scelta.

R: Madonnina, come facciamo a sapere che la nostra scelta è quella che vuole Dio?
M: Per saper riconoscere che la vostra scelta è la volontà del Signore dovrete pregare molto e fare penitenza per non cadere nell’errore: confidate e abbandonatevi totalmente a Lui e al mio Cuore Immacolato.
Cari figlioli, voi che sapete che l’evento della gioia è vicino dovete comprendere che senza amore non potete ottenere nulla. 
Per questo amatevi prima in famiglia e poi in tutto il mondo, e allora ci sarà davvero il clima della pace. 
Nelle settimane che verranno dedicatevi alla preghiera in famiglia, imparate ad amarvi. 
Con l’abbandono a Dio che vi ho consigliato otterrete doni speciali di carità e conversione.
Voi spesso dite che il mio messaggio è sempre lo stesso, che dico le stesse cose: molto male, figli miei, vuol dire che non sapete meditare.
Dite pure che chiedo sempre la preghiera e la recita del S. Rosario. Dovete sapere, però, che quando pregate voi siete molto più belli. 
Come i fiori in primavera mostrano tutta la loro bellezza così anche voi nella preghiera vi mostrate più belli, il vostro cuore si apre al Signore e per Lui diventate molto più preziosi di prima, a tal punto che siete degni del Paradiso.
Dovete prepararvi anche ad una buona confessione: che il vostro esame di coscienza sia molto meticoloso. 
Cercate di pentirvi realmente e sentire un grande dolore dei vostri peccati, non siate orgogliosi, non provate vergogna dinanzi al confessore. 
Alla fine vi sentirete sereni e colmi di gioia, pronti per vivere il Natale. 
Se persino non siete in pace con voi stessi un giorno prima del Natale, correte a confessarvi affinché il Signore trovi nei vostri cuori ciò che desidera. 
I Sacerdoti s’impegnino da parte loro ad accogliere tutti.
Cari figlioli, la S. Messa è l’esperienza della gioia nell’incontro con Gesù. 
Poiché questo periodo deve essere vissuto pienamente, accogliete sempre il messaggio del Vangelo, la Parola di Dio: che sia nelle vostre menti, sia la vostra parola, ma che soprattutto sia scrittura nei vostri cuori.

R: Madonnina, desideri qualcos’altro da noi?
M: No, nient’altro. 
Vi chiedo soltanto di non permettere che il giorno della gioia sia per me il giorno più triste per causa vostra. 
Nel giorno del Natale il Padre offrirà grazie particolari a tutti coloro che saranno aperti con il loro cuore. 
Nel frattempo il mio Cuore Immacolato seguirà i vostri progressi.
Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. 
Che il Padre sia nelle vostre menti, il Figlio nei vostri cuori, lo Spirito Santo nelle vostre anime... ora devo andare.

R: Madonnina, continuerai a venire?
M: Continuerò a venire.
R: E quando verrai?
M: Verrò il primo giorno del prossimo mese, non solo ma, se il Signore me lo permetterà, anche qualche altra volta in questo mese.

Created with WebSite X5
(c) 2012 Devis Dazzani
Privacy Policy
Torna ai contenuti