Una profezia apocalittica - Profezie On Line

Logo
Vai ai contenuti
Veggenti > Suor Anna Ali
La profezia apocalittica rivelata a suor Anna Alì a Porta Angelica s’incentra sull’ ipotesi di una catastrofe analoga a quella preannunciata dalla Madonna nelle apparizioni di Fatima e La Salette.
Gesù le rivela che il demonio “sta facendo di tutto affinché venga abolito il sacrificio della messa“.
Potrebbe sembrarci assurdo, ma lo stesso effetto deve averlo fatto un secolo fa quando si parlò di comunione in piedi e in mano…

Nelle profezie menzione da Cristo durante le rivelazioni a suor Anna Alì non manca l’Italia, definita “paese prediletto da Dio“, ma afflitta da intrighi e ambiguità “i roma­ni stessi tradiranno Roma e tutta l’Italia“.
È intuibile che nel lessico profetico “i romani” non stiano ad indicare la popolazione di Roma, ma la classe politica e clericale più corrotta.

Un messaggio di speranza però evince da suor Anna che viene rassicurata da Gesù con le seguenti parole: “le anime giuste non avranno nulla da temere, perché verranno separate dagli empi e dagli ostinati, saranno salvate” (18 settembre 1987).
Suggella questa promessa con un’affermazione che in linguaggio laicale potremmo definire garantista: “Nessuno va all’inferno senza il proprio consenso” (9 ottobre 1987).

Il Signore accuserà i leader delle Nazioni di essere i responsabili dell’umanità, della salvezza del mondo o della sua distruzione.

I massoni insultano il Mio Vangelo! La loro malvagità è ripugnante! Gridano “noi non vogliamo Dio”.
"Eppure molti…Satana ha incatenato le loro anime.
Figlia Mia, unisci il tuo cuore alle Mie lacrime di sangue.
GuardaMi!
Che pena rattrista il Mio Cuore!
Stanno preparando la loro esecuzione con le loro stesse mani e il fuoco eterno li aspetta.
Non temere nulla“.

Se non ci sarà ravvedimento negli uomini la punizione sembra inevitabile.
Gesù stesso afferma di non sapere quando esattamente ma di sapere cosa avverrà:
“…dal cielo verranno scagliate fiamme che distruggeranno tutti i peccatori insieme all’opera del maligno: abissi, montagne e lava fiammeggiante inghiottiranno interi villaggi.
Ci saranno terremoti, inondazioni, elettroesecuzioni, mari in tempesta, suicidi, droghe e malattie di ogni sorta“.

“Che grande desolazione!
I Figli che si ribellano contro i genitori, anime innocenti uccise, il divorzio, i comunisti e tutti i peccatori.
Una giusta severità pesa su di loro“.

Non ci rimane che pregare senza sosta come la Madonna stessa ci ha chiesto, per consolare il Cuore tanto afflitto e oltraggiato di Suo Figlio, per la conversione dei peccatori e per la salvezza del mondo intero.
Created with WebSite X5
(c) 2012 Devis Dazzani
Privacy Policy
Torna ai contenuti