Suor Anna Ali,Appelli divini dal 33 al 40 - Profezie On Line

Logo
Vai ai contenuti
Veggenti > Suor Anna Ali > Appelli divini
Appello Divino n. 33
29 ottobre 1987

"...L'ora dell'Apocalisse".

"Sii pronta per ciò che Mi aspetto da te.
Prega ed espia.
Con le lacrime nel cuore Io chiamo tutti a pregare.
Questa è l'ora dell'Apocalisse...
Se non si pentono conosceranno solo la desolazione".
"Ti benedico".

Appello Divino n. 35
1° novembre 1987

"Sono venuto per richiamare l'umanità ad abbandonare il suo comportamento peccaminoso".

"Figlia Mia, prega ed espia per questa   umanità peccatrice che Mi ha rinnegato ed insultato.
Prega per molte anime perdute e per molti Miei consacrati.
Il demonio li sta usando per abolire il sacrificio della Santa Messa.
Si scatenerà l'anarchia.
Si sta avvicinando il momento in cui Io parlerò con voce di giudice.
Per il momento ho ancora pietà di voi.
Sono venuto per richiamare l'umanità ad abbandonare il suo comportamento peccaminoso.
Io li amo tutti.
Non voglio che alcuno venga condannato a causa delle sue colpe.
Nessuno va all'inferno senza il proprio consenso.

Con lacrime di sangue Io chiedo loro di pentirsi e di tornare al Mio Cuore...prima che sia troppo tardi!
Siano maledetti coloro che non vogliono credere!
Ho dato tanti messaggi attraverso tante anime.
I Miei... Mi insultano e Mi sputano addosso.
Che dolore per il Mio Cuore, dato che Io giorno e notte chiamo tutti a pentirsi con immenso amore.
Non potrò più trattenere la giustizia del Padre se gli uomini non ritorneranno.
Satana ha instillato nelle loro menti che Dio non esiste.
Siano maledetti!
Sull'umanità pioverà un grande castigo.
Sono tutti ostinati.
È terribile cadere nelle mani di Dio".

"Il...il posto preferito è dove governa il Rosso Lucifero... è diventato il centro del maligno.
Il...è circondato da persone pericolose che si professano Miei seguaci, invece sono i Miei oppressori".

"Prega molto per...che è fede a Me.
Mi prenderò cura di lui.
Nessuno sfuggirà alla giustizia del Padre Eterno.
Non possiamo più rimanere nel territorio della "sfiducia".
Essi hanno attaccato i poteri del Mio Eterno Padre".

"Figlia Mia, prega e fa si che gli altri preghino.
Devo insistere con loro su questo punto perché il gregge sta per essere disperso: verrà il momento in cui gli uomini non saranno più ascoltati.
Il Padre userà l'umanità malvagia per punire i peccatori.
Questa umanità è peggiore di quella di Ninive!
Il mondo non ha mai avuto bisogno di preghiere come ora.
Nel Mio tabernacolo ricevo solo insulti, ingratitudine e moltissimi oltraggi.
Sono molto addolorato soprattutto perché tutto ciò Mi viene fatto dai Miei...Io concedo loro ancora del tempo per tornare, ma se non ascoltano, sarà troppo tardi!
Sostengono di predicare la Mia parola, ma sono tutti contro di Me, sono guidati dal Rosso Lucifero".
"Ti benedico"

Appello Divino n. 36
Ore 3.00 del 12 novembre 1987

"I massoni insultano il Mio Vangelo! La loro malvagità è ripugnante. Stanno preparando la loro esecuzione con le loro stesse mani".

"Figlia Mia, prega molto ed espia.
Il Mio cuore è trafitto dalla sofferenza perché l'umanità non si pente.
Regna l'avarizia e la brama di acquisire nuove terre per poi dominarle come ladri e lupi.
Vengo gravemente insultato.
Il mondo è nel dolore.
La desolazione e la morte avanzano.
L'intero mondo sarà in guerra, verrà invaso dalla rovina e dalla morte.
Le armi mortali non solo stermineranno gli eserciti, ma distruggeranno anche le cose più sante e sacre, i bambini, gli anziani e gli infermi.
Che pena, figlia Mia!
Le leggi ingiuste delle nazioni hanno spezzato la legge di Dio.
Il diavolo infiltrerà i suoi poteri malvagi all'interno delle nazioni e ad un dato momento distruggerà la parte migliore del gregge.
Sono agonizzante per...I leader sono responsabili dell'umanità, della salvezza del mondo o della sua distruzione".

"I massoni insultano il Mio Vangelo!
La loro malvagità è ripugnante!
Gridano "noi non vogliamo Dio".
Eppure molti...Satana ha incatenato le loro anime.
Figlia Mia, unisci il tuo cuore alle Mie lacrime di sangue.
GuardaMi!
Che pena rattrista il Mio Cuore!
Stanno preparando la loro esecuzione con le loro stesse mani e il fuoco eterno li aspetta.
Non temere nulla".
"Ti benedico".

Appello Divino n. 37
14 novembre 1987

"Coloro che si pentono saranno salvati, ma gli altri che rifiutano di pentirsi verranno inghiottiti dalla terra che si aprirà sotto i loro piedi".

"Figlia Mia, il Padre Eterno è lieto delle tue offerte, perché tu riconosci la tua piccolezza e sei sempre pronta ad accettare i tuoi peccati.
Devi santificare te stessa ed offrirti per la conversione delle anime, anche se ti costa lacrime.
Ravvisa in ogni volto la Mia espressione di quando ero crocifisso.
Devi morire per tutti e vivere in profonda umiltà.
Ti imploro di pregare sempre di più.
Solo attraverso la preghiera una parte del mondo sarà salvata.
Coloro che si pentono saranno salvati, ma gli altri che rifiutano di pentirsi verranno inghiottiti dalla terra, che si aprirà sotto i loro piedi".

"Io ti parlo fra le lacrime e le Mie parole sono per questa umanità peccatrice e senza scrupoli.
Che dolore vedere i Miei...portare le anime alla perdizione.
Hanno gli occhi bendati e non vedono che stanno distruggendo il mondo con le loro mani.
Il potere satanico è in mezzo a loro.
Sono comandati da una legione demoniaca e distruggono la mano di Dio pesa sul loro capo.
Il mondo cadrà preda di calamità come il diluvio se non vengono offerte molte preghiere.
Ascolta la Mia chiamata che vi invita a pregare, presto, prima che sia troppo tardi.
L'umanità è indebolita e corrotta da bestemmie e peccati di ogni genere.
Non fanno altro che commettere crimini.
Stai in guardia, figlia Mia.
Il demonio istiga molti a credere che il Padre Eterno e l'inferno non esistono.
Tutta questa confusione viene creata per impedire che le anime si pentano, ma Io, con la Mia pietà, chiamo e aspetto tutti coloro che ritorneranno per poterli abbracciare.
Beati coloro che in questo momento credono e tornano a Me.
Figlia Mia, prega ed obbedisci, seguendo ciecamente il Mio amato servo.
Parla e conserva le sue parole nel tuo cuore.
Lui ti illuminerà.
Io lo guido. Benedico lui e te con il Mio amore infinito".

Appello Divino n. 38
Preghiera all'adorabile Gesù

(Questa preghiera è stata dettata da Gesù a suor Anna Ali nel convento di Zagarolo il 4 aprile 1991 alle ore 3)

Oh Gesù, umilissimo adorabile, presente nel Santo Sacramento del Tuo divino amore.
Qui, davanti al tuo Sacro trono, nascosto, mi prostro con la mia anima.
Nella mia nullità e nei miei peccati,
Ti imploro di accettare le mie povere preghiere, atti di riparazione e di adorazione per spegnere la Tua sete di anime ed ottenere il perdono completo per molte profanazioni, atti di ingratitudine ed oltraggi che Tu ricevi ogni momento da parte di innumerevoli miserabili peccatori come noi.

È stata la tua infinita pietà per l'umanità che Ti ha commosso al punto da velarti per rimanere con immenso amore sugli altari e nei tabernacoli di tutta la terra.

Oh Gesù, per la Tua anima, il Tuo corpo e la Tua divinità presenti nella Santissima Eucarestia, accetta le lacrime della mia anima affinché queste anime che ti sono immensamente preziose (citare i nomi di coloro per i quali si desidera pregare) possano vivere in eterno.

I secoli infiniti appartengono a Te.
Così affidiamo noi stessi interamente a Te.
Alle Tue amorevoli cure e al Tuo sguardo, nella vita e dopo la morte.
Amen.

Appello Divino n. 39
Ore 3.30 del 21 novembre 1987

"Si prepara un terribile flagello fiammeggiante, ciò che è malvagio perirà. Sarà una purificazione".

"Figlia Mia, non dormire e veglia con Me.
Ho bisogno della tua compagnia. Stai con Me nel "Mio Sacramento d'amore".
Lascia che Io riposi nel tuo cuore.
Di notte sono così solo in molti tabernacoli sparsi in tutto il mondo.
La Mia anima è piena di dolore perché molti Mi deridono.
Mi insultano e Mi accusano.
Si spingono fino a condannarMi senza motivo.
I peccati dell'umanità Mi addolorano sempre amaramente.
I Miei...Mi hanno dimenticato.
Mi calpestano.
Trascorri questo tempo ad implorarMi perché Io abbia pietà di coloro che Mi insultano e affinché la giustizia divina si plachi.
Sto chiamando tutti perché vengano e si pentano.
Nel Sacramento del Mio amore, sono pietoso verso l'umanità, ma verrà il momento in cui, alla fine, parlerò al mondo e lo affronterò con voce di giudice.
Questa è l'unica occasione che gli uomini hanno di ritornare.
Io vedo i peccati del mondo ed imploro agli uomini di cambiare vita prima che sia  troppo tardi".

"Se ascolteranno i Miei avvertimenti e ritorneranno a Me, la Mia pietà nei loro confronti sarà grande ed essi troveranno protezione e salvezza; se non lo faranno, si profila un terribile flagello fiammeggiante. Purificherò il mondo da molti peccati dolorosi che lo avvolgono come un alone oscuro.
Ma i buoni, coloro che sono perseguitati per causa della giustizia e le anime giuste non hanno nulla da temere, poiché Io li salverò.
Questi sono tempi peggiori di quelli del grande diluvio!
Durante quel momento il cielo sarà coperto da una densa nebbia e la terra sarà scossa da terribili terremoti che faranno aprire profondi abissi, distruggendo città e province.
Ciò che è malvagio perirà.
Sarà una purificazione".

"Prega molto per placare la collera del Mio Eterno Padre.
Fa ciò che ti comando.
È per il bene delle anime".
"Nel mio nome, ti benedico".

Appello Divino n. 40
Ore 3.00 del 30 novembre 1987

"C'è troppo odio  nella società di oggi. Ci sono troppi nemici...Che grande desolazione! Figli che si ribellano contro i genitori, anime innocenti uccise, il divorzio, i comunisti e tutti i peccatori!"

"Figlia Mia, sono il Signore della Rivelazione.
AscoltaMi.
Unisciti al Mio cuore che soffre.
Prega per l'espiazione e trattieni la collera del Padre Eterno.
Ogni giorno il mondo si avvicina sempre più al precipizio.
Rifletti su ciò che sta accadendo in...ed in tutta l'umanità.
C'è troppo odio, ci sono troppi nemici del Mio Eterno Padre.
I massoni e tutti gli altri adoratori del diavolo vogliono cancellare l'amore fraterno dalla faccia della terra sostituendolo con la divisione e sanguinose ferite.
Ti dico, figlia Mia, fai riecheggiare la Mia parola su tutta la terra.
Chiamo tutti a far penitenza e a pregare.
Non aver paura.
La croce portata con amore, figlia Mia, ti  aprirà la porta del Paradiso.
Prega e fai penitenza per salvare l'umanità e sarai prediletta del Padre che è nei cieli.
Ti assicuro anche questo.
Il Padre Eterno ed Io schiacceremo la testa del dragone infernale se solo l'umanità ritornerà al Mio cuore pieno d'amore e di misericordia!"

"Se non sarà così, dal cielo verranno scagliate fiamme che distruggeranno tutti i peccatori insieme all'opera del maligno: abissi, montagne e lava fiammeggiante inghiottiranno interi villaggi.
Ci saranno terremoti, inondazioni, elettroesecuzioni, mari in tempesta, suicidi, droghe e malattie di ogni sorta".

"Che grande desolazione!
I Figli che si ribellano contro i genitori, anime innocenti uccise, il divorzio, i comunisti e tutti i peccatori.
Una giusta severità pesa su di loro".
"Ti benedico".
Created with WebSite X5
(c) 2012 Devis Dazzani
Privacy Policy
Torna ai contenuti