Suor Anna Ali,Appelli divini dal 21 al 30 - Profezie On Line

Logo
Vai ai contenuti
Veggenti > Suor Anna Ali > Appelli divini
Appello Divino n. 21
Ore 3.00 del 14 ottobre 1987

"Guarda i buoni che vivono una vita letargica in mezzo a molti ostacoli che non hanno la forza di superare. Il diavolo li lusinga con una libertà esagerata e senza scrupoli. Non credono all'esistenza di niente: figlia Mia, che amarezza".

"Figlia Mia, prega ed espia. Il Padre Eterno viene profanato anche nei luoghi sacri.
Molte anime Lo hanno dimenticato.
Guarda i buoni che vivono una vita letargica in mezzo a molti ostacoli che non hanno la forza di superare.
Il diavolo li lusinga con una libertà esagerata e senza scrupoli.
Non Credono all'esistenza di niente; figlia Mia, che amarezza!".

"Io do molti  messaggi in tutto il mondo.
Ma esso li rifiuta.
È terribile cadere sotto la mano di Dio.
Ci saranno diluvi, terremoti, distruzioni, eruzioni, omicidi, epidemie e carestie.
Figlia Mia, non temere queste cose.
Con le preghiere ed i sacrifici tu hai ancora il potere di trattenere la mano del Padre.
Il Rosso Lucifero opera in...con grandi legioni infernali.
Tu devi essere ambasciatrice di ordine, di pace.
Salva le anime.
Le tue preghiere sono care al cuore di Dio.
Lui ti ascolta".

"Prega molto...è in pericolo!
I cattivi marciano a fianco del diavolo.
I peccatori massoni, che dolore!
Tutto ciò fa si che l'umanità cada ancora più profondamente nell'errore".
"Benedico lui "e te".

Appello Divino n. 22
Ore 3.00 del 15 ottobre 1987

"La mia pietà è grande se si pentono".

"Figlia Mia, prega molto, espia i crimini che vengono commessi ogni giorno, specialmente davanti al Mio Divin Sacramento.
Quanta amarezza!
La mia Chiesa verrà giudicata.
Questo amore peccaminoso per il denaro e le diversioni illecite!
Satana ha annerito gli spiriti che erano già torbidi.
Io li inseguo quando si allontanano.
Aspetto che ritornino e si pentano, com'è fredda questa umanità!
Non vuole credere.
La Mia pietà è grande se si pentirà.
Fai penitenza, prega, ricevi il Mio corpo mistico durante la Santa Messa e confessati.
L'umanità scaglia torrenti di bestemmie e bugie contro la Chiesa.
Il Mio servo prediletto deve gridare al mondo.
Prega per il Vaticano e per il Papa...questi sono giorni neri, figlia Mia.
Le piaghe delle nazioni e le grandi bestemmie coprono il mio viso e il Mio cuore sanguina di dolore".

"Vengo rinnegato e profanato.
Non solo non credono nel Mio corpo mistico, non hanno nemmeno la volontà di credere.
Le chiese saranno devastate e saccheggiate; le Ostie consacrate saranno calpestate...sotto i piedi...ora sono come leoni arrabbiati.
Non vogliono più servire il Padre Eterno.
A causa di tutto ciò, vengo a mendicare preghiere".
"Benedico lui e te".

Appello Divino n. 23
Ore 3.00 del 16 ottobre 1987

"Beati coloro che odono le Mie parole e le ascoltano".

"Figlia Mia, voglio tu mi ascolti.
Prega ed espia.
È questo che voglio da te. Il mondo sta diventando sempre più cattivo.
Il diavolo sta facendo di tutto per abolire il Santo Sacrificio della Messa.
La Mia divina pietà concede ancora ai Miei ministri il tempo di fare ammenda e meditare.
Figlia Mia, voglio che tu Mi offra tutto.
Ascolta solo la Mia Unica voce che esprime la Mia volontà. SpalancaMi il tuo cuore.
Figlia Mia, seguiMi sulla dolorosa via del Calvario in cui Mi trovo.
Adorala ed offrila al Padre Eterno affinché la Sua collera sia placata.
Si, sono felice di accettare tutte le tue preghiere.
Beati coloro che odono le Mie parole, le ascoltano e le mettono in pratica".

"Figlia Mia, sto continuamente ricevendo corone di spine passando a testa bassa attraverso la folla a causa dei molti sacrilegi che ricevo.
Soffri e fai penitenza.
Sii fedele, ascolta ciò che ti comando.
Questi sono momenti difficili.
Non avere paura. Io ti amo.
Tu sei uno strumento nelle Mie mani e voglio che tu ti abbandoni a me completamente.
Prega e sii pronta".
"Io ti benedico"

Appello Divino n. 24
Ore 3.00 del 18 ottobre 1987

"Rubano il mio Divin Sacramento. Mi vendono come Giuda".

"Figlia Mia, l'ora si avvicina.
Il Rosso Lucifero sa che il tempo è poco.
Prega e rimani sempre in Mia presenza.
Ti ordino di essere molto seria e di stare allerta.
Il maligno sa che cosa voglio ed è molto infuriato.
Cercherà in tutti i modi di tenerti lontana da Me.
Cercherà di disturbarti senza che tu te ne accorga.
Ieri non hai scritto tutto quello che ti ho detto.
Il maligno era molto infuriato che le anime gli fossero state sottratte dal potere della Messa, dunque non potrà più sbarazzarsi di loro.
Ecco perché cerca di vendicarsi creandoti impedimenti e confondendo la tua mente.
Ha allontanato da te le Mie parole.
Non essere preoccupata.
Sii forte".

"Figlia Mia, ti ordino di non tenere per te le Mie parole dopo averle scritte.
Il maligno ce l' ha con te perché attraverso te ho cominciato a convertire le anime in modo occulto; per questa ragione, sarebbe molto pericoloso se tu conservassi le Mie parole.
Il maligno cercherà di usare le tue per   distruggere i Miei messaggi servendosi di te, per cui ti ordino di non tenerli per te".

"Figlia Mia, sono venuto ad esortare i peccatori a cambiare vita perché il castigo è vicino; la terra brucerà e sarà avvolta dal fumo, le strade saranno coperte di sangue.
L'umanità è minacciata dalla guerra.
Il demonio reclama le sue vittime; i ladri entrano a far parte delle schiere demoniache.
Rubano il Mio Divin Sacramento.
Mi vendono come Giuda, eppure Io vengo per salvarli.
Cos'altro avrei potuto soffrire per l'umanità!"

"L'ora si avvicina. (In Italia ci sarà una rivoluzione politica).
La Chiesa verrà schiacciata con l'orgoglio della violenza).
La giustizia del Padre sarà inesorabile con quei magistrati che vivono senza ricordarsi di Dio perché non vivono la Mia vita.
La fallacia della loro brutale concezione della vita costituirà la loro sentenza.
Essi tragicamente riducono in pezzi gli innocenti e i Miei fedeli".
"Ti benedico".

Appello Divino n. 25
Ore 3.00 del 19 ottobre 1987

"Io, Gesù, sono venuto di persona su questa terra per chiedervi umilmente di cambiare vita".

"Figlia Mia, non temere, prega molto.
Io sono riposto nel Tuo cuore sotto forma di Sacramento.
Tu devi essere tutta Mia ogni secondo che passa.
Devi abbracciare l'umanità intera.
Voglio per Me tutta la tua volontà.
I bestemmiatori, i drogati, l'immagine dell'uomo legato alle cose mondane, l'azione del suo spirito diabolico portano distruzione e rovina. Insultato e crocifisso.
Mi ritrovo in mezzo alla folla che mi percuote e sputa su di Me".

"Devi solo obbedire alla Mia volontà, perché Dio, Padre Eterno ha un disegno su di te e tu devi abbandonare te stessa completamente.
C'è un potere satanico che cammina..."

"Loro ricevono comandi da quella legione e distruggono tutto ciò che capita fra le loro mani.
Il male è cresciuto e la mano di Dio pesa sulle loro teste.
Il mondo andrà in rovina, come quando quel diluvio ha ingoiato intere nazioni.
Molte persone importanti si sono rese complici; spie che fanno cadere i governi, le chiese...
Verrà un tempo in cui l'uomo non sarà più ascoltato.
Essi non vogliono ascoltare la dottrina di salvezza, preferiscono seguire i loro desideri".

"Roma sarà...un immenso flagello: peggio di Babilonia!
La dannazione delle anime!
Io, Gesù, sono venuto di persona su questa terra per chiedervi umilmente di cambiare vita. Nell'ora della fine, la terra tremerà e il mondo sarà oscurato da forti tuoni e grandi lampi, ci saranno inondazioni e le montagne si spaccheranno.
I ponti saranno distrutti e repentine eruzioni vulcaniche porteranno morte e rovina.
Se si pentono e ritornano, Io, Gesù: nella Mia grande pietà, li perdonerò e li amerò"
"Ti benedico".

Appello Divino n. 26
Ore 3.00 del 20 ottobre 1987

"Le anime che io amo così tanto...L'odio e la stoltezza le hanno incatenate al male".

"Figlia Mia, prega molto.
In questo momento particolare ho bisogno della tua compagnia.
Veglia con Me. Le anime che Io amo tanto non capiscono che il tiranno si è impossessato dei loro cuori, le ha chiuse in una prigione fatta di scandali e di corruzione malvagia di ogni sorta.
L'odio e la stoltezza le hanno incatenate al male.
Loro non si rendono conto di causarMi tanto dolore.
Il Mio sguardo non le penetra.
Non vogliono umiliarsi, pentirsi e chiedere perdono per il sangue che ho versato per tutti loro.
Sono venuto a cercare ciò che è stato perduto".

"Se solo si pentissero, li riparerei con il Mio manto di pietà, ma se continuano a vivere nella corruzione, non ci sarà pietà; tutte le nazioni saranno sommerse di lacrime, ci sarà lutto, castigo, terremoti, inondazioni e ogni genere di malattie.
Questa povera umanità rimane cieca e muta davanti alla Mia chiamata d'amore.
Io voglio insistere su questo e chiedere:
Perché non pregano di più? L'aria è contaminata, il peccato invade ogni cosa.
Che dolore!"

"Figlia Mia, l'umanità si è unita totalmente al demonio.
I preti stanno tranquilli e non si preoccupano di nulla.
Mi calpestano e permettono tutto.
Io chiedo loro di aprire gli occhi prima che sia troppo tardi.
Dite loro che il Mio braccio cade inesorabilmente e che concedo loro soltanto il tempo di riflettere e di pentirsi.
Io chiedo, ripetendo questa Mia richiesta all'infinito, che tutti gli uomini ascoltino e ritornino a Me.
Protendo le Mie braccia in attesa di abbracciare tutti coloro che torneranno da Me pentiti".
"Ti benedico".

Appello Divino n. 27
Ore 3.00 del 21 ottobre 1987

"Mi rendo visibile dopo molti avvertimenti. Do molti segni. Il mio cuore trabocca insieme all'ira di Dio...il calice è colmo. Pochi sono i buoni. Non pregano".

"Figlia Mia, prega per tutta l'umanità.
Voglio che Mi ascoltino.
Io Mi chino sopra questa terra.
Mi rendo visibile dopo molti avvertimenti.
Do molti segni.
Il Mio cuore trabocca...l'ira di Dio...il calice è colmo.
Pochi sono i buoni.
Non pregano...
Ti dono la mia parola affinché tu parli.
Ti comando di ascoltare ciò che ti dico".

"Ti dico, sono molto contento del Mio servo che ha comunicato le Messe di riparazione.
È tempo di parlare alla gente e di raggiungere le loro coscienze.
Li avverto perché li amo".

"Figlia Mia, voglio parlare senza mai stancarMi: sono necessarie molte preghiere e molti sacrifici per evitare la distruzione della Chiesa e... calpestato, le preghiere e la penitenza saranno fonte di salvezza.
Per Me sei una grande consolazione.
Il mondo è pieno di terrore.
Il diavolo ha preso possesso delle anime e questa umanità peccatrice non vuole pentirsi.
Ecco perché devo proclamare i Miei messaggi in tutte le parti del mondo.
È già stato fatto ma bisogna ancora che essi odano che questa è l'ora.
Non aver paura.
Ti ho scelta per nasconderti nel Mio cuore.
Ti rivelerò ancora il Mio amore.
Sii un esempio. Soffri.
Ti assicuro che la sofferenza eleva alla vita eterna.
Guarda!
La luce distingue il bene dal male".

"Figlia Mia, prega specialmente in questa ora segreta.
La massoneria, capeggiata dal Rosso Lucifero, suo padrone, sta cercando di pianificare ogni male al fine di nuocere.
Ma ti dico che Io sono abbastanza potente da raggiungere il mio scopo al di là da ogni comprensione umana.
Il male causato da loro sarà tutto vano".
"Ti benedico".

Appello Divino n. 28
Ore 3.00 del 22 ottobre 1987

"Voglio che tutti siano salvati. È Mio desiderio: prega ed espia".

"Figlia Mia, prega e non stancarti mai.
Abbandonati completamente alla Mia chiamata così che Io possa agire in te come desidero.
Ti rivelerò il Mio desiderio.
Io ho salvato il mondo con le sofferenze della croce.
Il peccato è un'offesa infinita contro il Mio cuore.
Offri le tue sofferenze insieme ai meriti del Mio cuore in riparazione degli scandali suscitati da altri.
Il mondo grida quando soffre, ma Io ti dico che le anime che mi seguono sulla strada stretta sono veramente poche".

"Sono venuto a te improvvisamente e sono afflitto dai peccati dell'umanità.
Molti cuori sono ancora distanti da Me e dal Mio divino volere.
Eppure Io li amo tutti, amo anche coloro che Mi odiano.
Il Mio grande dolore è vedere i Miei.... che mi sputano addosso, come se non fossi mai venuto nel mondo per salvarli.
Siano maledetti coloro che disprezzano le Mie parole!
Si fanno carico di una grande responsabilità.
Guarda il mondo alla Mia luce.
Capirai che le cause della distruzione sono l'orgoglio e l'egoismo.
Se oltre a questi due elementi nel loro cuore ci sono anche odio, pregiudizio e rimprovero, cosa posso fare per loro?
Io voglio che tutti siano salvati".

"È mio desiderio: prega ed espia.
Soprattutto accetta le prove che incontri sulla tua strada, ricordati che tutto ha uno scopo preciso, che è quello di prepararti.
Accetta qualunque cosa possa umiliarti, soprattutto quelle prove che ti pongono in contraddizione con il mondo e con tutti quelli che ti circondano".
"Ti benedico".

Appello Divino n. 29
24 ottobre 1987

"Il Mio sangue scorre e vuole coprire questo mondo corrotto".

"Figlia Mia, prega ed espia.
Ti do la forza di pregare sempre.
Sono trafitto da molte spade, ma perdonerò tutti coloro che torneranno pentiti.
Segui ciò che ti dico.
Preparati.
Il Mio sangue scorre e vuole coprire questo mondo corrotto.
Io avverto questo mondo pieno di orrori che si sta preparando un tremendo castigo.
Il sottile filo che lo separa dal baratro sta per spezzarsi, non ci sarà altra via di salvezza perché molti non vogliono ascoltare la Mia chiamata".

"Le anime che Io amo tanto non capiscono che il tiranno si è impossessato dei loro cuori, le ha chiuse in una prigione fatta di scandali e di corruzione maligna di ogni sorta.
L'odio e la stoltezza le hanno incatenate al male.
Non si rendono conto di causarMi tanto dolore.
Il Mio sguardo non le penetra.
Non vogliono umiliarsi e pentirsi.
Comunque per Me è un grande dolore vedere molti dei Miei consacrati che Mi insultano.
Se vogliono essere salvati devono accettare il perdono del sangue che ho versato per loro.
Voglio liberarli dai loro peccati.
Li riparerò col Mio manto di pietà se solo si pentiranno".

"Se continuano a vivere nella corruzione, non ci sarà pietà ma lacrime, lutto, terremoti, inondazioni e malattie di ogni genere.
Queste povere anime sono cieche e mute alla Mia chiamata d'amore.
L'aria è contaminata e il peccato invade ogni cosa.
Le mani degli uomini sono armate, su di loro ricadrà una grande punizione.
Io li amo; è per questo che li avverto prima che sia troppo tardi per pentirsi.
Dovrebbero pregare di più".
"Ti benedico".

Appello Divino n. 30
Ore 3.00 del 25 ottobre 1987

"...molti matrimoni senza sacramenti. Questo è triste per Me".

"Figlia Mia, scrivi ciò che ti dico.
Faccio appello a questa umanità con tutto il Mio amore.
Il Mio cuore è trafitto da peccati mortali e bestemmie di ogni genere!
Il mondo si è alleato a Satana.
Voglio che questi peccati vengano riparati con preghiere e penitenza!
Il mondo si sta autodistruggendo!
L'Italia verrà storpiata dagli assassini.
Roma si sta preparando ad essere distrutta dal crescere di una coscienza atea; la corruzione ha raggiunto il limite!...sono ritenuti responsabili dei molti matrimoni senza sacramenti perché hanno concesso questa liberà.
Questo è triste per Me.
Sono stati accesi ovunque piccoli fuochi, come una malattia contagiosa che inonda le anime e le asserve a tutto.
I Romani stessi tradiranno Roma e tutta l'Italia.
Molte spie e traditori, rinnegheranno la  loro  madre patria.
I Miei consacrati stessi Mi insultano e Mi sputano addosso.
Vengo rinnegato e profanato!
Non credono nel Mio corpo mistico e non hanno nemmeno la volontà di credere.
Che dolore!
Figlia Mia!
Prega molto; le Mie chiese verranno devastate e saccheggiate, il Mio corpo Sacro verrà calpestato sotto i piedi.
Si rifiutano di servire il Padre Eterno e non sono nella grazia".
"Ti benedico".


Created with WebSite X5
(c) 2012 Devis Dazzani
Privacy Policy
Torna ai contenuti